venerdì, gennaio 19, 2007

Diritti (per molti ma non per tutti)

All'interno dei confini nazionali recitano la parte dei paladini dei diritti, ma appena ci si sposta in campo internazionale diventano i principali sponsor di personaggi e forze politiche che di diritti umani non ne vogliono nemmeno sentir parlare. Non c'è una evidente contraddizione nel volere estendere il numero dei diritti per i cittadini italiani e, nello stesso tempo, volere legittimare con scelte politiche tiranni e simili? Prima il nostro Presidente del Consiglio ha scelto di legittimare il dittatore iraniano riconoscendogli un fondamentale ruolo nell'area mediorientale, poi (notizia di oggi, riportata sul Corriere da Verderami) Rifondazione comunista propone di coinvolgere i talebani nel processo di pace in corso in Afghanistan. Qualcosa non torna...

2 Comments:

Anonymous Lexi said...

Well written article.

1:25 PM  
Anonymous Anonimo said...

molto intiresno, grazie

9:27 PM  

Posta un commento

<< Home